Sofie, la casa in legno che supera la prova del fuoco


La resistenza al fuoco delle case in legno è uno degli aspetti che intimorisce di più chi desidera scegliere un’abitazione costruita con questo materiale naturale. Infatti il pensiero diffuso è che il legno sia poco resistente al fuoco e che bruci con facilità, rendendo l’abitazione meno sicura rispetto ad altri materiali abitualmente impiegati in edilizia.

Una prova del fuoco per superare i pregiudizi

Le case in legno resistono al fuoco come, o probabilmente meglio, di quelle in muratura ed in cemento armato. A conferma di quanto scritto, nel marzo 2007 Ivalsa, Istituto per la Valorizzazione del Legno e delle Specie Arboree del Consiglio Nazionale delle Ricerche, con il sostegno della Provincia Autonoma di Trento, ha effettuato una prova con la simulazione di un incendio su una casa (Progetto Sofie) di tre piani presso il Building Research Institute di Tsukuba, in Giappone. L’edificio era realizzato in legno con sistema X-LAM, ovvero pannelli di tavole di legno incollate a strati incrociati, completo di materiali di rivestimento tradizionali.  

Prova del fuoco: ecco cosa succede a una casa in legno durante un incendio

In una stanza al primo piano, con due finestre semiaperte ed una porta tagliafuoco chiusa, sono stati messi mobili e suppellettili di vario tipo, simulando la camera di un albergo. E’ stato poi appiccato un incendio per la durata di 60 minuti, di dimensioni doppie rispetto ad un incendio che si può sviluppare in un ambiente simile. Una volta che l’incendio si è pienamente propagato, le fiamme sono fuoriuscite dalle finestre, hanno lambito le pareti esterne, ma non si sono minimamente propagate nelle camere accanto e negli altri piani.

Prova superata brillantemente

L’edificio ha conservato le sue proprietà meccaniche e la struttura portante non ha subito alterazioni. Questo dimostra che gli edifici in legno possono resistere al fuoco, anche per un periodo di tempo prolungato, senza causare serio pericolo per gli abitanti.

Questo breve video vi mostra come si è svolta la prova del fuoco con la simulazione di un incendio.  

   Le eccellenti prestazioni ottenute dal progetto Sofie, hanno dimostrato che le case in legno, in questo caso realizzate con tecnologia X-LAM, sono un’ottima alternativa alle costruzioni tradizionali sia per la sostenibilità dei materiali utilizzati, sia per le prestazioni al fuoco ed ai sismi. A proposito della resistenza ai sismi, in questo articolo trovate approfondimenti sull’esperimento condotto sempre da Ivalsa